In carcere per 37 anni per l’omicidio di una 19enne: il DNA lo scagiona, era innocente

Ha scontato 37 anni di carcere per uno stupro e un omicidio che non ha commesso. Robert Duboise è stato scagionato dopo la prova del Dna dopo quasi 40 anni grazie a una petizione presentata all’ufficio del procuratore dello stato della contea di Hillsborough.

La storia di Duboise comincia nel 1983, quando viene condannato per omicidio e tentato stupro di Barbara Grams a Tampa, in Florida: “incastrato”, o almeno così si pensava, da un morso sulla pelle della vittima. Ma testando nuovamente i campioni con la nuova tecnologia, Duboise è stato dichiarato innocente.

«Non ho mai usato un iPhone, non ho mai usato un computer, non sono mai stato in un Walmart (supermercato, ndr), non sono mai stato in un Home Depot», ha detto l’uomo, che ha passato la maggior parte della sua vita dietro le sbarre.

Anche se, ovviamente, la prima cosa che farà è «Sono solo felice di tornare a casa dalla mia famiglia e poterli riabbracciare a testa alta».