Nicola Gratteri: “Santelli persona onesta, il suo nome mai in un’intercettazione. Morra ha sbagliato”

“Ho conosciuto Jole Santelli nel 1994, quando era sottosegretaria della Giustizia. In questi anni di magistratura ho chiesto e ottenuto migliaia di intercettazioni telefoniche e ambientali, centinaia riguardavano politici calabresi. La Santelli non è mai uscita in nessuna intercettazione tra faccendieri”. Lo ha affermato il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, in una intervista a “Di Martedì”, il programma di La7 condotto da Giovanni Floris.

“Io l’ho conosciuta come una persona onesta e perbene, poi si possono avere idee politiche diverse”, ha aggiunto il magistrato, rispondendo ad una domanda sulla polemica attorno al presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra.

Il parlamentare cinquestelle aveva dichiarato: “Sarò politicamente scorretto, era noto a tutti che la presidente della Calabria Santelli fosse una grave malata oncologica. Umanamente ho sempre rispettato la defunta Jole Santelli, politicamente c’era un abisso. Se però ai calabresi questo è piaciuto, è la democrazia”.

“Morra non avrebbe dovuto dire quella frase”, ha detto Gratteri. “Conosco Morra da pochi anni, è una persona impegnata e crede nella lotta contro la mafia e il malaffare, però non è un uomo di mediazione”.