Al via la tre giorni del premio letterario Città di Girifalco

Parte stasera la tre giorni del premio letterario Città di Girifalco, la kermesse promossa dall’Amministrazione comunale su input dell’assessore alla Cultura Elisabetta Sestito con la direzione artistica di Domenico Dara. L’iniziativa è patrocinata da Regione Calabria, Comune di Catanzaro, Ordine degli Architetti e vede la partecipazione attiva di Pro Loco, Asp, Prociv, Avis, Teatro Popolare Girififalcese, Eco Meeting e Tele Pepè. Si parte stasera, alle ore 21.30, con il reading letterario di Domenico Dara “Malinverno” con l’accompagnamento musicale di Antonio Petitto e Francesco Denaro.

Si prosegue l’11 agosto alle ore 18 con la tavola rotonda “Dalla contenzione al progetto di vita”; alle 21.30 con la premiazione “Parole e follia” con il Teatro Patologico -Dario D’Ambrosi, monologo teatrale di Francesca Ritrovato e Fabio Macagnino; si conclude il 12 agosto alle ore 21.30 con la premiazione del romanzo vincitore “Lingua Madre” di Maddalea Fingerle – presenza Ugo Floro – accompagnamento musicale di Antonio Petitto e Francesco Denaro e le letture a cura dell’associazione Teatro Popolare Girifalcese.

Entusiasta ed emozionata per il programma messo in piedi l’assessore Elisa Sestito: “Avevo da bambina un sogno nel cassetto : quello che un premio letterario portasse il nome del mio paese “Girifalco”. I sogni non si coronano da soli, hanno bisogno di persone speciali come un direttore artistico Domenico Dara di eccezione, un sindaco Pietrantonio Cristofaro che riconosce come fondamentale la cultura per la sua gente, un vice Alessia Burdino capace di sostegno, colleghi come Delia Ielapi, Rosanna Rizzello, Panduri Salvatore e Vincenzo Olivadese nell’elaborazione del programma e l’appoggio, altresì, dei colleghi Domenico Giampà e Girolamo Tucci.

Esistono molti premi letterari ma il nostro è speciale, non solo perché ha il patrocinio della Regione Calabria, del Comune di Catanzaro e dell’ordine degli architetti di Catanzaro, ma perché è intriso di memoria e cultura psichiatrica, che è la vera grande bellezza di questo posto. Vi aspettiamo a Girifalco in serate dove arte, magia ed inclusione si incontrano in un connubio emozionante che gli esteti e sostenitori della cultura sapranno apprezzare”.