[RETTIFICA] Nessun antiepilettico è stato richiamato!

Riceviamo e pubblichiamo: In un vostro articolo  si legge che la società UCB Pharma, con nota concordata con AIFA, avrebbe proceduto al “richiamo volontario” di tre lotti di un medicinale usato per trattare le crisi epilettiche.

Non sappiamo quale sia la fonte di questa informazione gravemente errata, ma con una nota effettivamente concordata con AIFA e inviata alle associazioni di categoria e società scientifiche competenti in data 14 aprile, UCB segnalava, di concerto con AIFA, che:

– la difformità riscontrata nel codice AIC stampigliato sull’astuccio di alcuni lotti di KEPPRA (levetiracetam) non costituisce alcun rischio per la sicurezza e la tracciabilità dei farmaci;

– di conseguenza, nessun richiamo è stato o sarà effettuato dall’azienda;

– che nessuna necessità di verifica e/o segnalazione sussiste a carico dei cittadini o degli operatori sanitari.

Speriamo vogliate garantire massima collaborazione nel chiarire ai vostri lettori tutto quanto premesso, anche e soprattutto nell’ottica di impedire un allarme immotivato nelle persone in trattamento con i nostri farmaci.