Un 54enne muore per trombosi cerebrale dopo il vaccino Johnson&Johnson

Era arrivato 12 giugno al pronto soccorso del Policlinico dopo una trombosi venosa periferica e con valori alterati delle piastrine nel sangue. La diagnosi era stata effettuata all’ospedale Miulli di Acquaviva. 

Alessandro Cocco, 54 anni, è morto ieri alle 13.30 al Policlinico di Bari. Il 26 maggio scorso, all’hub di Alberobello, aveva ricevuto il vaccino monodose Johnson&Johnson. Cocco era arrivato 12 giugno al pronto soccorso del Policlinico dopo una trombosi venosa periferica e con valori alterati delle piastrine nel sangue.

La diagnosi era stata effettuata all’ospedale Miulli di Acquaviva. La sospetta reazione avversa è stata segnalata all’Agenzia del Farmaco (Aifa). La segnalazione riguarda un: «sospetto evento avverso di tipo ischemico verificatosi nel periodo successivo alla vaccinazione».

La Regione Puglia ha sospeso sabato scorso la vaccinazione con i sieri ad adenovirus (Vaxzevria di AstraZeneca e Janssen di Johnson & Johnson) dopo la comunicazione del ministero della Salute sull’uso dei vaccini a vettore virale dai 60 anni di età e il caso di Camilla Canepa.

Secondo le cronache locali, dopo il primo accesso all’ospedale i medici gli hanno somministrato eparina senza disporre il ricovero. Il giorno successivo le condizioni di Cocco sono peggiorate: di lì il ricovero al Policlinico di Bari. (Open)