Studente di Stalettì tra i vincitori della più importante fiera spagnola di design

C’è anche un giovane studente dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro tra i vincitori di una dei premi banditi da “Cevisama”, la più importante fiera spagnola della città di Valencia dedicata alla ceramica. David Raffaele, di Stalettì, studente del primo anno di laurea specialistica, grazie ad una borsa lavoro ha avuto l’opportunità di volare in Spagna e partecipare al concorso in collaborazione con l’istituto “EASDA” di Alicante.

Con altri tre studenti spagnoli ha presentato un innovativo e originale progetto di design per la realizzazione di un bagno pubblico. Un lavoro di team premiato da una giuria composta da professionisti del settore, lo scorso 7 febbraio, perché basato su modernissime tecnologie a basso impatto ambientale: “Abbiamo sviluppato il progetto utilizzando tecnologie esistenti avanzate puntando molto sull’utilizzo di energie rinnovabili – ha raccontato David – il bando in sé non dava strette linee guida da seguire e così siamo riusciti ad esprimere tutta la nostra creatività ed unire le nostre conoscenze per ottenere il risultato finale.”

Quello presentato dal giovane catanzarese e dai suoi colleghi, è un vero e proprio oggetto di design, una struttura imponente e luminosa, pensata appositamente per essere installata in occasione di eventi, facilmente riconoscibile e poco usurabile: “Abbiamo progettato con tecnologia 3D sia il design interno che esterno della struttura – ha proseguito – dotando il bagno di un sistema di raccolta pioggia da poter utilizzare all’interno dell’impianto idraulico, di una sistema autopulente e di pannelli solari per l’energia elettrica, l’ambiente è stato pensato per essere utilizzato anche da persone con disabilità e al suo interno non manca uno spazio dedicato alla cura dei neonati.”

Il risultato è una vera opera d’arte, un bagno pubblico che, è proprio il caso di dirlo, non si è abituati a vedere, certo realizzarlo sarebbe molto costoso ma non impossibile, e proprio per questo il giovane designer è molto soddisfatto del risultato ottenuto e della grande opportunità avuta. Un’esperienza, quella vissuta in Spagna, che gli ha permesso di condividere con altri giovani le sue conoscenze e ampliare il suo bagaglio culturale: “Voglio ringraziare l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro che mi ha formato in questi anni, garantendomi la preparazione che mi ha aiutato ad affrontare questa sfida – ha sottolineato – grazie alle conoscenze apprese sono stato in grado di rapportarmi con gli altri e ottenere questo bel risultato. Partecipare a questa rassegna di design, così come trascorrere questi mesi in Spagna è stata per me un’esperienza entusiasmante e appagante.”

Una bella soddisfazione per David che ha avuto modo di esprimere la sua creatività in un contesto internazionale e formativo in una delle città considerate tra le più importanti per quanto riguarda il design, offrendo costantemente una vetrina ricca di spunti e opportunità per la crescita del settore e proprio per questa scelta come “World Capital of Design 2022”. (Maria Teresa Rotundo – CatanzaroInforma)